Aetherius:Cap1 – Missione alla Citta del Re della Regione di WestEros

4 febbraio 2009 at 1:33 AM (Storia Giocata) (, , , , )

Una nuova missiona da compiere nelle pergamene del Monastero.

L’obiettivo si trova nella regione di Westeros, nella Citta del Re, lontano dalle Terre del Monastero, lontano dalla mia Regione, il Fauren. Il maestro mi ha detto di partire il prima possibile. Così finito di preparare ciò che mi serviva per questo compito, non c’èra più motivo, per cui trattenersi…

Il viaggio come di consueto è stato lungo e faticoso, ma alla fine le mura della Città del Re sono davanti ai miei occhi. La bianca luce della luna e la calorosa luce delle fiaccole erette lungo la loro circonferenza le illuminano, mostrando la loro imponenza. Da lontano, si percepisce già l’ area di festa, che man mano che mi avvicino aumenta.

La richiesta del mio maestro era dovuta senza dubbio a questo. Il Re di WestRos, Robert Baratheon festeggiava il suo 46esimo compleanno. Molte persone famose e non sono state invitate ai banchetti, e hai divertimenti e tra queste anche la persona a cui ero interessato.

Entrato in città, non rimane che l’attesa; cercare il posto più inosservabile e attendere lì fin quando, chi sì attende, arrivi èla strategia che scelsì per portar a termine il mio compito.

Nell’ ombra del terazzo di una semplice abitazione, fatta di mattoni e legna, situata nei borghi della città, attesi fino a notte fonda, quando ormai le strade erano deserte.

Volto coperto da un cappuccio nero, come la tunica che lo ricopriva, rendendolo poco visibile, nell’ oscurita della notte. Il suo passo afrettato, il suo guardarsi intorno, tuttavia lo tradivano. Fu un lampo, mentre egli passava, il mio occhio lo vide, mentre stringeva nelle sue mani ciò che il mio maestro aveva chiesto di recuperare.

Egli mi disse:

-“Non sappiamo chi sià, ma sappiamo cosa porta. La tua missione è recuperare ciò che costui porta, un contenitore cilindrico di cuoio con ricamato sul coperchio, un simbolo di un leone dorato in campo porpora.”

La domanda mi sorse spontanea:

-“Quale sorte attende il portatore, di tale oggetto?”

Rammaricandosi il sommo ninja rispose:

-“Mi dispiace Aetherius, sò quanto evitiil più possibile di togliere la vita. Chi porta tale oggetto, tuttavia non deve rimanere in vita. Noi serviamo chi ci chiede aiuto ma anche chi offre ingenti somme di denaro, per esaudire le loro richieste, giuste o sbagliate che siano. In questo caso, chi richiede il recupero di tale oggetto, chiede anche l’eliminazione di chi lo porta”.

Giusto tre istanti dopo aver indivuato il soggetto, avevo tra le mie mani il contenitore. Lo riposi nello zaino ed iniziaii ad occultare il corpo della vittima adagiandolo sul bordo della strada, comprendo con la terra le tracce di sangue.

Svanii il più presto possibile… il mio delitto tuttavia, non era passato inosservato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: